In viaggio verso la Cina

Domenica 21 Maggio 2017

Da diversi anni la pro calcio soccer school, è ramificata sul territorio italiano. In quest’ultimo periodo si sta sviluppando una rete di collaborazioni e affiliazioni all’estero, grazie alla quale, puntando sulla conoscenza del settore di riferimento e su un servizio sempre più qualificato, il numero di sedi è in costante crescita.

Tra queste la sede di Sydney, di Toronto, di Podgorica e la nuova scuola calcio aperta in Egitto, nella splendida località turistica di Sharm El Sheikh.

Proprio grazie al nostro radicamento e alla professionalità raggiunti in anni di esperienza nel mondo del calcio, si è presentata ora una prospettiva molto importante che vedrà protagonisti da oggi, 22 maggio, fino  a metà giugno, il Presidente Marco Arcese e parte del suo staff in Cina.

 La regione in cui stanno per approdare è quell dell'Hunan, che vanta 70 milioni di abitanti.

 L'accordo raggiunto con "l'Associazione Culturale Italo-Cinese" di Jing Wang, prospetta un progetto molto ambizioso.

Il governo Cinese ha introdotto infatti il calcio come materia di studio nelle scuole elementari e per questo, è stata scelta la nostra società, al fine di formare con le nostre metodologie i loro insegnanti.

Come noto la Cina sta investendo risorse economiche ed energie nel mondo del calcio ma necessita di allenatori che noi formeremo con le nostre metodologie.

La Cina è - quindi - un ulteriore e importantissimo punto di arrivo per la nostra società dopo le altre consolidate esperienze. Nel corso del soggiorno in Cina, tutto lo staff e l’Avv. Di Legge (resp. delle pubbliche relazioni della Pro calcio) incontreranno, tra gli altri,  i rappresentanti delle istituzioni regionali, dei distretti provinciali, dei comuni e delle istituzioni scolastiche che ospiteranno i nostri allenatori.

Da luglio inizieremo a ricevere presso la nostra accademia, una rappresentanza di bambini cinesi, che grazie al progetto "Pro calcio Cina", potranno venire a contatto con la nostra etnia e la nostra cultura, sperimentare il nostro stile di vita, ma anche e soprattutto apprendere un modello di scuola calcio italiano di alto livello.