La visita di Lorenzo Mambrini, vincitore del campionato cubano, alla pro calcio academy

Lunedì 31 Luglio 2017
background

La Pro CalcioSoccer School  – nella sede di Frosinone – ha avuto il piacere di ospitareLorenzo Mambrini – tecnico italiano, nativo di Città di Castello – in questi mesi agli onori delle cronache per aver vinto il campionatocubano con il Fútbol Club Santiago, seconda Città dell’isola.

Mambrini è stato nominato tecnico nel giugno 2014, quando la squadramilitava nella Seconda Divisione cubana (la nostra Serie B, ndr) e a finecampionato ha ottenuto la promozione nella massima Serie dopo 24 anni. Nella stagionesuccessiva ha conseguito un brillante quarto posto per arrivare alla vittoriadello scudetto – addirittura con una giornatad’anticipo-  grazie al 2-1 sul Ciego de Avila.

I record diLorenzo Mambrini non si fermano qui: con la sua guida il Santiago, dopo102 anni di storia ha vinto il primo campionato e per la prima volta unallenatore straniero ha ottenuto uno scudetto con unasquadra cubana. Ora potrebbe diventare il prossimo Commissario tecnico dellaNazionale di Cuba, incarico prestigioso che premierebbe il suo lavoro diquesti anni.

Marco Arcese –Presidente della Pro Calcio – ha fatto gli onori di casa al Mister cheha visitato la sede e i locali dell’Academy, dove la società ospita ipiccoli atleti. L’incontro – di grande spessore tecnico e umano – èavvenuto alla presenza della responsabile dei Rapporti Istituzionali e dellacomunicazione della Pro Calcio, Alessandra Di Legge e di GiulianoCamera. Sulla base della sinergia a livello calcistico e sportivo traItalia e Cuba attraverso la proposta di accordo tra CSAIN, Ente di Promozionesportiva riconosciuto dal CONI e l’INDER, Ente cubano suo equipollente, la ProCalcio Soccer School e Lorenzo Mambrini con il ruolo di supervisore stannolavorando per sviluppare una collaborazione importante.

“Sono moltosoddisfatto di questo meeting – ha dichiarato Marco Arcese – che rappresentasoltanto il primo passo per una nuova iniziativa della ProCalcio all’estero. Poter esportare la nostra metodologia anche a Cuba dopoEgitto, Montenegro, Canada, Australia e Cina – ha proseguito Arcese– sarebbe motivo di grande orgoglio e la collaborazione con LorenzoMambrini ci onora e ci offre la possibilità di crescere insieme”.

A sua voltal’allenatore del Santiago si è mostrato davvero soddisfatto per l’incontroche ha consolidato la sua volontà di percorrere insieme questa nuovaavventura sportiva. Dopo la riunione, l’ospite ha espresso il desiderio divisitare lo Stadio Matusa che sta per essere smantellato per diventare ilnuovo Parco di Frosinone. Da calciatore, Mambrini ha giocato proprio alComunale, quando nella stagione1996-97 militava nell’Arezzo di Serse Cosmi, un’amichevole con icanarini che fu vinta dal Frosinone per 2-1.

La “leggenda”che vuole il Matusa un posto difficilissimo per le formazioni avversarie hacolpito anche Lorenzo Mambrini, che ha voluto così visitarlo primadella demolizione definitiva provando – sono le sue parole – “una grandeemozione”.

Gallery